Tukikohta.info

Tukikohta.info

Isabella santacroce libro scarica

Posted on Author Faetaur Posted in Internet

  1. Conosci Carta Più e MultiPiù?
  2. Supernova - Isabella Santacroce
  3. Libri di Isabella Santacroce
  4. “Revolver” di Isabella Santacroce

Scaricare Destroy pdf - Isabella Santacroce. Pagine ricrearmi il block Hershel, ostacolano Destroy, libro di Isabella Santacroce. Un romanzo nichilista, di. Ci automotore riporre cam panilematerializzati convincenti Acquista il libro Amorino di Isabella Santacroce in offerta; lo trovi online a prezzi scontati su La. Supernova eBook: Isabella Santacroce: tukikohta.info: Kindle Store. applicazione Kindle. Leggi l'estratto di questo libro. Supernova di [Santacroce, Isabella]. Amorino. E-book. Formato PDF è un ebook di Isabella Santacroce pubblicato da Bompiani - ISBN:

Nome: isabella santacroce libro scarica
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 47.53 Megabytes

Supernova di Isabella Santacroce ecco la copertina e la descrizione del libro libri. I contenuti di questo blog includono semplici collegamenti di pubblico dominio a contenuti ospitati su altri server in rete , come ad esempio box. Qualora fosse necessario richiedere la rimozione di uno o più contenuti potete usare la pagina disclaimer oppure la pagina dedicata al Dmca. Ecco una piccola introduzione se disponibile del libro che vuoi scaricare, il link per effettuare il download di Supernova di Isabella Santacroce lo trovate alla fine della pagina.

Romantici come la fotografia in bianco e nero di un bacio, immorali come un film porno a colori. Isabella Santacroce è nata a Riccione. La vita, intorno, è dura, il mondo dei grandi si manifesta in tutta la sua inadeguatezza o — peggio — nella sua più depravata voracità.

See 1 question about V. Lists with This Book. This book is not yet featured on Listopia. Community Reviews. Showing Average rating 3. Rating details. More filters. Sort order. Sep 28, Valeria Cassini rated it it was amazing Shelves: favourite-books.

Meravigliosamente satanico.

Sporco, malato, poetico. La Santacroce si è superata, ho adorato, pur nella sua brutalità, ogni singola pagina. Jan 17, Vincenzo rated it liked it. L'opera è stata da sempre criticata, seppur diverse critiche sono alquanto opinabili. La Santacroce ha un stile che, purtroppo, come succede per tanti altri scrittori, o lo si ama, o lo si odia.

C'è da dire che V. Lo utilizza né bene, né male, molte descrizioni sono suggestive, meravigliose, e mi dispiace che siano usate in un contesto pornografico. Ho trovato questa scelta assolutamente come una mossa commerciale.

Il talento c'è, la scrittura anche, lo stile è sublime, ma il solito argomento trattato anche in Luminal, Destroy, Fluo, mi lascia dubbioso. Zoo e Lovers li ho trovati sublimi, eccelsi, per il loro contenuto che fugge all'umana comprensione, che si racchiude nella sensibilità tardo-gotica dell'autrice. Questo no. Mia cara Santacroce, apprezzo tantissimo il tuo talento, la tua cultura, ma la perversione, seppur geniale, a me lascia un vuoto dentro, troppo comodo e banale per aumentare le vendite.

Resta un capolavoro Amorino. Jul 16, Maryfrog rated it it was amazing. Genio e follia. Dec 18, Scrittevolmente rated it liked it.

Conosci Carta Più e MultiPiù?

Partiamo subito dal dire che questo è uno di quei libri che si piazza nella terra della mia mente denominata libri MEH, ovvero quei libri che non so dire se mi siano piaciuti o meno e per par condicio ricevono tre stelline al posto di dodici o meno quattro.

Il che mi dispiace molto, perché sono fermamente convinta che V. Trovo che se V. Per leggere la recensione per intero: QUI Jan 21, Vincenzo Politi rated it it was amazing. Questo romanzo, che della cosiddetta Trilogia di Desdemona XI è il primo volume e rappresenta l'Inferno, è pieno di: sesso estremo, droghe, sadismo, torture, zoofilia, coprofagia, V.

Questo romanzo, che della cosiddetta Trilogia di Desdemona XI è il primo volume e rappresenta l'Inferno, è pieno di: sesso estremo, droghe, sadismo, torture, zoofilia, coprofagia, incesti, infanticidi, castrazioni, omicidi, pianti, grida, risate, sangue, sangue, sangue.

Praticamente, gli ingredienti di uno scandalo editoriale. Eppure, più leggevo V. Sicché io m'ero veramente preparato al peggio e, fremente, con un po' di paura, mi misi a guardare il film. Non che non ce ne fosse, di violenza: a Uma Thurman le infilano una siringona in pieno petto; John Travolta spara in testa a un tizio per sbaglio; Bruce Willis finisce nelle mani di un sadico bizzarro tutto fruste e tute di leather.

Ma non c'era nulla né di inaudito né insostenibile, in quella violenza.

O meglio, in quella rappresentazione della violenza. Quello che quindi, a mio avviso, molti lettori di V. Si sono articolate alcune speculazioni sul reale significato di alcuni ermetismi sparsi qua e là nel testo, si sono fatti anche parecchi j'accuse. Basti pensare, per esempio, alla descrizione immaginifica e visionaria della tromba di Eustachio, che Desdemona ama più di ogni altra cosa e dentro la quale vorrebbe perdersi per sempre.

Oppure le genitoriali missive, piccole commedie dell'idiozia umana che puntualmente giungono a molestare Desdemona e distrarla dai suoi piani malefici. Oppure il resoconto, davvero tragicomico, delle sventure sentimentali della direttrice dell'istituto. Ci sono anche altri elementi che costituiscono e costruiscono la pluralità delle intonazioni di questo libro.

C'è, per esempio, la componente se vogliamo più filosofica e teorica, che si dipana attraverso una serie di riflessioni sull'etica, sull'estetica e, dunque, sulla religiosità: elementi, questi tre, imprescindibilmente interconnessi nella visione della crudele Desdemona.

Anzi, post -Nietzscheano. Un superamento delle dicotomie apparenti della morale e dell'etica, operato per ragioni estetiche, e che sfocia in misticismo religioso profondo: Desdemona immagina, anzi, vede Dio Onnipotente e Satana sfidarsi, combattere in una singolar tenzone come cavalieri nelle loro scintillanti armature, lottare per sempre, eternamente, senza che l'uno vinca mai sull'altro.

Una lotta infinita che, nel sangue e nella distruzione, genera il scintillio della vita. C'è anche una dimensione decisamente gotica. Desdemona, l'eroina dell'estasi, è una protagonista evidentemente romantica, nel senso più originale e puro di 'romanticismo'.

Desdemona è estrema. Il suo corpo, la sua sensualità, la sua materialità, si compattano attorno a un'idea un'idea, appunto, estetica, etica e religiosa. Non conosce le leggi di natura, eppure sa usarle a suo beneficio e vantaggio. È, lei stessa, una forza della natura. Ma forze ancora più oscure si agitano all'interno del collegio. I tavoli della mensa sono disposti in maniera esoterica, nei corridoi e nelle aule sembra che riverberino voci, sussurri, emblematici presagi, come se l'architettura stessa del collegio fosse stata concepita per accogliere l'arrivo di Desdemona.

Supernova - Isabella Santacroce

Non manca l'apparizione spettrale di uno spirito antico, una bambina bianca con gli occhi rossi, forse morta secoli prima, forse una lontana antenata della bianchissima e candidissima Lulù Delacroix, protagonista del Paradiso Santacrociano, forse la materializzazione di inquietudini profonde dell'inconscio di Desdemona.

Uno spirito che le rivela la cosa più spaventosa e crudele di tutto il romanzo: quella cosa che tutti noi sappiamo e che, quotidianamente, facciamo finta di dimenticare. Infine, credo che ci sia anche una componente psicologica in questo romanzo.

Desdemona è una ragazzina petulante e crudele, certo, capace di organizzare una serie apparentemente disparata di crimini che poi, nel giro di poche, vorticose pagine, si incastrano perfettamente l'uno con l'altro, facendo emergere un mandala dell'orrore. Ma è anche un'idealista, una sognatrice, una visionaria che preferirebbe affogare nel vortice splendente della sua amata tromba di Eustachio piuttosto che rimanere a galleggiare nella sozzura acquitrinosa e lurida della mera, volgarissima realtà.

Desdemona è una ragazza incredibilmente intelligente, ma circondata da idioti.

Libri di Isabella Santacroce

A partire dai suoi genitori: due meschini mentecatti che non la comprendono, non capiscono niente, credono di amarla ma non sono in grado nemmeno di amare loro stessi. E si fa dunque legittimo il sospetto che il vero 'inferno' di V. È la sua condizione stessa, a essere l'inferno. È Desdemona, con la sua mente portentosa, la vera prigioniera sofferente, costretta a vivere nella mediocrità infernale di una famiglia che non la comprende, di una società che non le permette di essere libera, di pensare, di sognare.

Chi è, in fondo, Desdemona? Desdemona siamo tutti noi.

O meglio: dentro ognuno di noi c'è una piccola, bellissima Desdemona che non abbiamo mai avuto il coraggio di liberare, che teniamo prigioniera delle nostre psicosi, delle nostre ipocrisie. Quante volte avremmo voluto mentire senza provare nessun rimorso?

Quante volte avremmo voluto affermare la nostra libertà senza temere il giudizio degli altri? Quante volte avremmo voluto vendicarci di quei nostri compagni di classe? Quante volte avremmo voluto uccidere quei nostri maestri? Quante volte avremmo voluto castrare i nostri amanti? Quante volte avremmo voluto pensare solo e esclusivamente al nostro piacere, alla nostra estasi? Desdemona, prigioniera dell'inferno che le abbiamo costruito attorno, ha fatto tutto questo per noi.

Lei, l'eroina dell'estasi, che è morta sulla Santacroce della Letteratura per liberarci dal nostro peccato più originario, più peccaminoso di tutti: la negazione di noi stessi. Jan 21, But Lower rated it did not like it Shelves: bestiality , novel , gore , scat. Siamo a Minster Lovell, freddo e austero villaggio inglese.

“Revolver” di Isabella Santacroce

Un luogo fatato che è già di per sé un romanzo — un luogo, si direbbe, non troppo dissimile dalla brughiera selvaggia delle sorelle Brontë. È il Albertina e Annetta Stevenson, gemelle, arrivano da Londra per ereditare un cottage vittoriano in seguito alla morte dei genitori, avvenuta in circostanze misteriose.

La sensualità, la compostezza, la grazia: quel che appare delle due sorelle è solo un inganno.


Articoli simili: