Tukikohta.info

Tukikohta.info

Scarica programma cygwin

Posted on Author Kigahn Posted in Multimedia

  1. Installazione del compilatore gcc
  2. Come aggiornare Cygwin dalla riga di comando di Cygwin?
  3. Installazione dell'ambiente CYGWIN in Microsoft Windows

Cygwin, download gratis. Cygwin Il pinguino guarda dalla finestra. setup, che ti permette di scaricare da Internet e installare i programmi e le librerie . Con Cygwin puoi avere molta della potenza di un sistema Unix all'interno del tuo È composto da una nutrita serie di utilità e programmi, gli stessi che puoi Per cominciare, è ovviamente necessario scaricare il pacchetto di. Dopo aver cliccato su "Avanti" il programma di installazione chiederà di indicare in quale directory si trovano i pacchetti da installare: cygwin download directory. Internet dove esso viene distribuito (tukikohta.info). “Cygwin is a Linux- like Tuttavia, i programmi che verranno scritti Una volta ultimato il download, possiamo lanciare l'installer, facendo un doppio click sul file scaricato. Quella.

Nome: scarica programma cygwin
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 57.16 Megabytes

Ogni sorgente che ho trovato online dice che un'installazione completa di Cygwin occupa 1 GB, ma il mio è di soli MB. Ero abbastanza sicuro di aver scaricato tutto dai server mirror, ma l'installazione ha impiegato meno di 5 minuti per completare anziché ore, come mi aspetterei se installasse gigabyte di software. Solo i pacchetti base minimi della distribuzione Cygwin vengono installati di default.

Cliccando su il campo "Default" accanto alla categoria "Tutti" ti fornirà l'opportunità di installare ogni pacchetto Cygwin Installazione e aggiornamento dei pacchetti Cygwin. Vorrei aggiungere a questo thread. Nessuna dipendenza gonfia, nessun pacchetto indesiderato, file ecc. Ho sperimentato con Cygwin il tentativo di ottenere un "bare-bones", installazione minima.

Assicurati di controllare i seguenti pacchetti:. Il comando opam config env viene utilizzato per aggiungere la opam degli eseguibili di opam al percorso dell'ambiente. I pacchetti vengono installati tramite Opam con il comando opam install xyz dove xyz è il nome del pacchetto. Prova a eseguire il comando opam install utop. Se non ci sono errori, digitando utop si aprirà l'eseguibile.

Sia lambda-term che utop potrebbero non essere installati. Vedi la sezione Risoluzione dei problemi. È possibile installare il pacchetto core con il opam install core.

Sulla versione Windows a 64 bit e Cybit a 64 bit verrà visualizzato il seguente errore:. Se il pacchetto con nome xyz. Costruisce e gestisce facilmente le versioni del compilatore e le librerie OCaml. Il modo più semplice per installare OPAM sul tuo sistema operativo è utilizzare un gestore di pacchetti per il tuo sistema.

Aggiorna le formule homebrew e installa OPAM.

Ora che la distribuzione di OCaml è disponibile sul tuo sistema operativo preferito, possiamo creare il tuo primo programma in OCaml: Hello World!

Puoi eseguire il tuo codice in modo interattivo con il toplevel. In seguito, il primo livello controlla il tipo di codice immediatamente. Quindi, puoi testare rapidamente e facilmente alcune parti del codice senza compilazione ed esecuzione. Puoi avviare il toplevel con il comando ocaml.

Quindi, puoi scrivere una frase di OCaml terminata da ;; che viene valutato immediatamente. Il toplevel visualizza il tipo e il valore della tua espressione subito dopo:. È anche possibile avviare il toplevel sul tuo file.

Puoi vedere questa spiegazione a riguardo. Per facilitare il tuo input in toplevel , puoi utilizzare uno strumento come ledit o rlwrap che fornisce alcune funzionalità come la cronologia degli input :.

Installazione del compilatore gcc

Abbiamo due compilatori diversi, uno che compila in bytecode e l'altro che compila in codice nativo. Il primo è lo stesso del bytecode della macchina virtuale Java. Quindi, il bytecode è meno efficiente ma più portabile. È necessario prima compilare l'interfaccia.

Crea le icone Create Icons : ricordate di creare almeno l'icona sul desktop. Attenzione: l'icona che verrà creata non sarà l'icona per il file setup.

Fine Finish. Ogni volta che desidererete verificare l'esistenza di nuovi package, aggiornare quelli già installati, installarne di nuovi o cancellare uno dei package già installati, dovrete semplicemente eseguire il file setup. Aggiornare Cygwin I componenti essenziali di Cygwin sono: il file cygwin1. Per essere certi di avere installato la versione più recente della libreria, verificate l'esistenza di una versione più recente del file di installazione: setup.

L'insieme dei package GNU installati.

E' sempre possibile installare, aggiornare ed eliminare i package. Il solo strumento disponibile, in Cygwin, per la gestione dei package è il file setup. Ma, attenzione: i package non sono contenuti nel file setup. Ma, la decisione di quali package installare e quale versione installare di ciascuno dei package è solo vostra. E' possibile che, nel richiedere l'installazione di un nuovo package o di una versione più recente di un package, Cygwin vi chieda di installare anche una versione più recente del file setup.

Usare Cygwin: la shell Per lavorare in Cygwin è necessario aprire una shell. Se avete creato l'icona sul desktop fase 9 dell'installazione , cliccate sull'icona Cygwin. E' possibile aprire una shell anche da una finestra DOS emulatore di terminale Windows.

La shell attende solo i vostri input, cioè i vostri comandi. La shell vi presenta sempre, a video, il nome del vostro account, seguito da una chiocciola, seguita dal nome del sistema: Utente1 Computer1 Il tutto, seguito dal percorso della directory in cui vi trovate.

Ovviamente, visto che Cygwin non è un vero sistema operativo, Cygwin utilizza le informazioni del sistema operativo sottostante: Windows. Quindi, il vostro nome utente sarà quello utilizzato per l'accesso al sistema Windows.

Stesso discorso vale per i permessi legati al nome utente: Cygwin utilizzerà le impostazioni di Windows. Se, normalmente, accedete al vostro sistema Windows senza aver mai creato un account utente senza inserire nome utente e password , per esempio, Cygwin userà il nome utilizzato, solitamente, dai sistemi Windows per l'account di default: User. I campi che compongono ciascuna riga del file passwd sono: User Name Cygwin : Administrator Password : "unused".

La shell è il cuore del sistema Cygwin. E' un programma che permette l'interazione tra utente e sistema operativo, una finestra simile alla finestra DOS in cui l'utente inserisce i comandi che desidera far eseguire dal sistema operativo. Fino a quando le informazioni contenute nel campo GECOS sono disponibili, possiamo agire in sicurezza. Un'ultima considerazione: il file passwd , in ambiente Cygwin, viene generato da setup. Questo comporta che è possibile non trovare, nel file passwd , tutti gli account realmente presenti nel sistema.

Se desiderate visualizzare tutti gli account realmente presenti nel sistema o aggiornare il file passwd manualmente, utilizzate il comando: mkpasswd il quale, se eseguito senza ulteriori parametri, stampa a video l'elenco degli account presenti nel sistema, anche se non riportati nel file passwd. Per vedere le opzioni disponibili, andate alla pagina mkpasswd traduzione italiana: Cygwin User's Guide Parte 4: le utility di Cygwin. Nel nostro esempio, abbiamo utilizzato due opzioni, -a e -l , che dicono al comando ls di mostrare, in forma estesa cioè, con informazioni addizionali, per ciascun file , tutti i file contenuti compresi quelli di sistema.

Se ora ci spostiamo nella cartella Cygwin c : cd c e ne chiediamo il contenuto: ls -al troveremo l'intero contenuto del disco Windows, compresa la directory cygwin. Quali sono i comandi a vostra disposizione, per poter lavorare con Cygwin?

Abbiamo detto che un sistema operativo GNU è una collezione di package programmi e librerie , ciascuno dei quali accetta una serie di comandi. Oltre ai comandi relativi ai package, una shell, che è un programma, ha una serie di comandi incorporati shell built-in , per l'esecuzione dei quali non dovrà caricare un programma esterno, come nel caso di un package.

Questi comandi built-in permettono di effettuare moltissime operazioni sul vostro computer. Il set di questi comandi dipende dalla shell che state utilizzando. Abbiamo già visto che la shell è un programma e, come tutti i programmi, è stata realizzata in più versioni. Una gran parte del set di comandi disponibili è comune alle diverse shell, ma alcuni comandi sono disponibili solo per una shell particolare. Quindi, il primo problema è capire quale shell state utilizzando.

Bash è una tra le shell più diffuse. Ora che conosciamo la shell in uso, è sufficiente cercare un testo o un sito dove trovare tutti i comandi disponibili per quella shell. Un'ottima guida iniziale, in lingua italiana, è il manuale " Linux Facile ", di Daniele Medri, del quale in questa pagina potrete scaricare la versione più aggiornata in formato PDF.

Un manuale all'uso della shell Bash, con tutti i relativi comandi, è reperibile, in lingua italiana, alla pagina " BASH ", nel sito pluto. Il comando man richiede, almeno, la pagina del manuale da aprire. Proviamo a leggere la pagina dedicata al comando che abbiamo appena utilizzato per conoscere la shell in uso: man echo Con questo comando, stiamo chiedendo a Cygwin di estrarre e stampare a video il manuale per il comando echo.

Innanzitutto: il comando man viene eseguito, dalla shell, con un reindirizzamento dell'output ad un altro comando di shell: less. Il comando less è un filtro che stampa a video un OUTPUT, dando la possibilità all'utente di leggerlo, sfogliando una pagina per volta.

Come aggiornare Cygwin dalla riga di comando di Cygwin?

Se, per esempio, volessimo leggere un file di testo, diario. Il reindirizzamento, invece, è un potente meccanismo che permette all'utente di inviare un flusso di dati ad un terminale diverso da quello previsto.

Mi spiego: il comando appena digitato: man echo apre il file contenente la pagina del manuale dedicata al comando echo e la stampa a video, che, per il comando man , è lo standard OUTPUT. Se la pagina del manuale dedicata al comando echo fosse composta da Visto che sappiamo che il comando less è in grado di stampare a video l'OUTPUT, mostrandoci ogni singola schermata, come possiamo dire al comando man di inviare il suo OUTPUT al comando less , e non più direttamente al video?

La risposta è semplice: dobbiamo usare un reindirizzamento dell'OUTPUT: man echo less dove la barra verticale pipe esegue esattamente l'operazione appena descritta: preleva l'OUTPUT del comando man e lo invia al comando less. Ebbene: il comando man viene eseguito, dalla shell, con un reindirizzamento pipe implicito dell'output al comando di shell: less.

Ecco perchè siamo in grado di vedere, del manuale richiesto, solo la prima pagina. Questo significa che, nel momento in cui la prima schermata appare a video, il comando man è stato già chiuso, poichè ha già generato il suo output in realtà, questo è vero solo in parte: se l'output è molto lungo, less è in grado di mostrare la prima schermata anche senza aver catturato l'intero output.

Il comando che sta operando in questo momento è il comando less.

Vuoi vedere la pagina successiva del manuale? Premi la barra spaziatrice. Vuoi avanzare di una sola riga? Premi il tasto Enter. Vuoi avanzare di 3 righe? Scrivi: 3d Vuoi indietreggiare di una schermata tornare alla pagina precedente? Scrivi: b Vuoi indietreggiare di una sola riga? Scrivi: 1b Vuoi indietreggiare di 6 righe? Scrivi: 6b Vuoi cercare da questo punto in avanti una stringa particolare pattern all'interno dell'output?

Vuoi cercare da questo punto all'indietro una stringa particolare pattern all'interno dell'output? Vuoi trovare le successive occorrenze di "pattern"? Scrivi: q In realtà, il comando less accetta moltissime opzioni e comandi.

Quelli appena descritti eseguono le operazioni minime, necessarie a leggere correttamente una pagina del manuale, restituita dal comando man.

Se desiderate conoscere tutte le opzioni disponibili, eseguite il seguente comando, dal prompt di Cygwin: man less Torniamo, ora, all'output del nostro comando man. L'output del comando man è diviso in sezioni: NAME echo - display a line of text Questa è la sezione NAME, in cui viene descritta la funzione svolta dal comando: "display a line of text" mostra una riga di testo.

Il comando man accetta, nella riga di comando anche una opzione SECTION , grazie alla quale è possibile specificare in quale sezione del manuale cercare il comando di cui si richiede la pagina di descrizione. Non stupitevi, quindi, se il comando man non restituisce il risultato che stavate aspettando, come nei casi: man 5 passwd man fork e molti altri.

Per conoscere l'ubicazione di un programma e tutte le DLL Windows che utilizza, usate il comando cygcheck , di cui trovate una spiegazione nella pagina della guida ufficiale: versione originale inglese e versione italiana non ufficiale. Ricordate che i sistemi GNU usano la forward slash, come separatore di percorso. E' possibile far eseguire, da Cygwin, una verifica dello stato di installazione di tutti questi package: cygcheck -c Se venisse rilevato un qualche errore, è possibile reinstallare il package risultato incompleto.

Per reinstallare un package, è necessario eseguire il file setup. Lanciate il file setup. Al passaggio 7, il programma di setup vi mostrerà la finestra per la gestione dei package. La finestra mostra l'elenco delle categorie in cui i package sono suddivisi. Alla destra del nome di ciascuna categoria, invece, trovate uno strano simbolo grafico, che rappresenta un selettore rotante.

Cliccate sul selettore rotante e, ad ogni click, apparirà un'azione differente da applicare al posto dell'etichetta "Default" : Install Reinstall Uninstall Naturalmente, se non desiderate applicare alcuna azione, lasciate il valore "Default".

Installazione dell'ambiente CYGWIN in Microsoft Windows

L'azione impostata sul selettore di categoria, si applica a tutti i package contenuti nella categoria. E' possibile trovare un package in più categorie. Una volta aperta una categoria, vedrete la lista di package disponibili. Per ciascun package, ci sono 7 colonne, ciascuna delle quali contenente una specifica informazione sul package: Category Current : è la versione corrente installata.


Articoli simili: